Cannondale launches the all new SystemSix 2019

Post di Redazione del 2 luglio 2018 in NEWS

Cannondale launches the all new SystemSix 2019

Dopo anni di intensa ricerca e sviluppo è nata la SystemSix, la bicicletta da corsa conforme alle normative UCI più veloce al mondo.

Un design dal sistema completamente integrato per forti emozioni in tutte le situazioni, per soddisfare gli irriducibili dell’alta velocità.

 

Un sistema è quel che ci vuole

Dire che la SystemSix vanta un approccio unico alla diminuzione della resistenza aerodinamica sarebbe davvero riduttivo. Il nostro approccio olistico alla velocità rappresenta il massimo che una bicicletta da corsa progettata da zero possa offrire. Progettata da zero? Proprio così. L’intero progetto della SystemSix è nato dal desiderio di realizzare la ruota più veloce possibile per i volumi moderni di pneumatici. E da lì siamo passati a sviluppare il telaio, la forcella, il reggisella, il manubrio, l’attacco manubrio e le ruote, considerando questi elementi come un sistema unico incentrato sulla velocità. Abbiamo sfruttato al massimo l’ottimizzazione della compatibilità con i soli freni a disco, personalizzato i profili dei tubi del telaio per controllare costantemente il flusso d’aria e sviluppato una combinazione manubrio-attacco perfetta per la velocità e con un assetto eccezionale. E così siamo arrivati a ottenere i migliori dati nella galleria del vento che abbiamo mai visto. Il tutto mantenendo la bici conforme alle normative UCI.

 

I fondamentali della corsa

Il telaio e la forcella della SystemSix, gli elementi fondamentali del sistema più veloce al mondo, sono alla base della sua eccezionale velocità. La forma di ciascun tubo è stata studiata accuratamente per essere il più possibile immune alla resistenza aerodinamica. La deliberata asimmetria è pensata per ottenere una risposta istantanea ai freni a disco e al carico di pedalata. Questa bicicletta possiede una maneggevolezza impeccabile e permette di provare una classica sensazione da corsa su strada grazie alla geometria derivata dalla nostra eccezionale SuperSix EVO. In più, è arricchita da decine di altri dettagli, pensati per renderti ancora più veloce e non deluderti mai.

 

Ottimizzata contro tutti gli aspetti della resistenza aerodinamica.

Progettata per battere la resistenza aerodinamica.
Ogni sezione del telaio e della forcella è fornita di profili alari unici, con diversi angoli di troncatura realizzati per far scorrere il flusso d’aria lungo gli angoli di imbardata importanti e ridurre al minimo la resistenza aerodinamica.

La variazione di angolazione.
La forma particolare della variazione di angolazione del tubo sterzo devia il flusso d’aria che scorre verso l’alto lungo lo stelo della forcella, incanalandolo verso il basso. Questo evita che il flusso d’aria della forcella si mescoli alla scia del tubo sterzo, andando a disturbare così l’aria sulla testa della forcella.

Forcella slanciata.
La zona della testa della forcella è libera dalle costrizioni dei freni a pattino e risulta, quindi, radicalmente diversa da quella delle bici da corsa tradizionali. È elegantemente integrata con il telaio per ottenere una resistenza aerodinamica ridotta al minimo. Sono presenti spazi ampi per pneumatici più grandi e un flusso d’aria più efficiente. È dotata di steli asimmetrici per gestire meglio il carico dei freni a disco.

 

Grande è meglio

Pensate come il primo componente del design SystemSix, le nostre innovative ruote KNØT64 sono di per sé uno straordinario ritrovato ingegneristico. Progettate per eliminare la penalizzazione della resistenza aerodinamica solitamente associata a pneumatici più larghi e per incorporare ruote all’avanguardia brevettate dai nostri amici della HED, le KNØT64 forniscono tutto il comfort, la resistenza al rotolamento e la tenuta di strada di pneumatici dal volume maggiore in uno dei set ruote più veloci al mondo. Il design per freni a disco è notevolmente più ampio rispetto a quello di altre ruote da corsa, e questa larghezza extra rende gli pneumatici piccoli più grandi (uno pneumatico 23c misura ben 26 mm sulla nostra ruota) e permette un passaggio fluido del flusso d’aria sugli pneumatici più larghi fino al cerchio, massimizzando l’aderenza e riducendo al minimo la resistenza aerodinamica. Anche se sono ruote ottimizzate per pneumatici da 26 mm (23c), con pneumatici più ampi il design KNØT64 mostra solo minimi cambiamenti nella resistenza aerodinamica, lasciando ai ciclisti l’opzione di sceglierne una misura più grande senza venirne rallentati. Pura velocità, senza compromessi.

 

Sistema di controllo.

La SystemBar KNØT è una professionista della velocità, che offre la bassa resistenza aerodinamica e il look slanciato di un sistema manubrio-attacco a pezzo unico, ma si regola in modo personalizzato come con un sistema a due pezzi. Il manubrio in carbonio ha un’inclinazione regolabile di 8 gradi, in modo da poter essere configurato nella propria posizione ottimale. Il profilo alare troncato e arrotondato della sezione piatta mantiene consistente il flusso d’aria per tutte le inclinazioni e risulta più comodo da impugnare dei manubri con bordi di fuga appuntiti.

Oltre a dare al manubrio un punto d’appoggio, l’attacco manubrio System Stem fa passare in modo ordinato i cavi dei freni e Di2 nel tubo sterzo attraverso una scanalatura nascosta: lavorarci sarà semplicissimo. Anche i distanziali apribili sono perfetti per chi ama mettere mano alla propria bici: permettono infatti di regolare facilmente l’altezza dello stack dell’attacco manubrio senza dover disconnettere i cavi. Veloce e semplice, il sogno segreto di ogni ciclista.

 

Un reggisella eccezionale.

È un errore comune pensare che i reggisella non siano rilevanti per le prestazioni. In realtà il flusso d’aria in questa zona è significativamente più veloce rispetto a quello davanti alla bicicletta, a causa dell’accelerazione del flusso d’aria tra le gambe del ciclista. Il profilo alare troncato del reggisella SystemSix è un componente che ha un ruolo chiave nel rendere questa bicicletta la più veloce al mondo.