I consigli dei Pro per la sicurezza in bici

Post di Redazione del 24 luglio 2018 in NEWS

La sicurezza in bici deve essere per tutti. Per chi usa le due ruote per andare al lavoro (una buona abitudine che speriamo contagi un numero sempre maggiore di persone) o a scuola, per chi fa cicloturismo, per chi ama la bici su strada, per chi va piano, per chi va forte. Come i Pro, i professionisti del ciclismo (e del triathlon), tutt’altro che esenti dai rischi in strada. Ecco perché anche loro  quando si allenano, utilizzano il nuovo Garmin Varia RTL510.

Garmin Varia RTL 510 - Team Mitchelton- Scott

Sicurezza in bici: livello PRO 

Nel giorno di riposo… si riposa veramente? Non se sei un atleta di un team UCI World Tour. Questi atleti sono ogni giorno in bicicletta per allenarsi e, purtroppo, le strade non sono sempre un luogo sicuro per pedalare. Eppure alla sicurezza in bici bisogna fare sempre particolare attenzione: i ciclisti sono utenti più deboli e vulnerabili di altri.

Ecco perché abbiamo chiesto alla medaglia d’oro del World Track Championship 2018 e del Giro d’Italia 2016 Roger Kluge (del team Mitchelton- Scott) di fornirci alcuni preziosi consigli a proposito, e di spiegarci cosa fa un ciclista professionista per tutelare la sua incolumità.

“Per la mia sicurezza in bicici spiega Kluge – utilizzo Garmin Varia RTL510. È un radar in grado di segnalare l’arrivo da dietro di un veicolo e la velocità di avvicinamento. È molto comodo perché l’alert viene visualizzato direttamente sul mio Garmin Edge, sistemato sul manubrio”.

Garmin Varia RTL510 - Team Mitchelton Scott

Garmin Varia RTL510: la sicurezza in bici, a portata di manubrio

Il radar retrovisore Varia RTL510 associato ai dispositivi Garmin compatibili permette una guida più sicura avvisando i ciclisti della presenza di veicoli in avvicinamento. Luce verde? Va tutto bene. Luce gialla? Un veicolo si sta avvicinando. Luce rossa? Fai attenzione: un veicolo si sta avvicinando ad alta velocità. Pedala in sicurezza.

“Questo sistema – continua Kluge – mi permette di verificare l’informazione e controllare l’avvicinamento del veicolo senza che io debba distogliere gli occhi dalla strada. Senza Varia, per avere lo stesso tipo di informazione (che capite bene, è fondamentale) mi dovrei voltare ogni 3-4 minuti per guardarmi alle spalle, magari attirato dal rumore del motore, abbassando l’attenzione per la strada che ho davanti e magari perdendo la traiettoria, spostandomi anche solo inavvertitamente verso il centro della carreggiata. Con Garmin Varia RTL 510 invece, posso rimanere concentrato sul mio allenamento e, allo stesso tempo, avere tutte le informazioni che mi servono per pedalare in sicurezza”.

La sicurezza in bici non è mai da sottovalutare: io pedalo sulle strade ogni giorno, ma anche un amatore o chi va in bici per puro piacere può trarre grande utilità dall’uso del sistema di sicurezza Varia”.

Garmin Varia RTL510

“Anche la luce posteriore Varia è molto utile, non solo quando c’è poca luce. Io lo uso anche di giorno, per assicurarmi di essere sempre ben visibile alle auto che arrivano alle mie spalle”.

La luce posteriore Varia, infatti, consente una visibilità fino a 1,6 km e un angolo di scansione a 220 gradi. Le modalità di illuminazione sono 2: lampeggiante, per il giorno a 60 lumen e per la sera a 25 lumen, e fissa a 25 lumen.

Quando si tratta di sicurezza in bici, non scendete a compromessi.