In bici con i libri nel cestino: la guida d’eccezione è Sebastiano Vassalli

Post di Redazione del 31 agosto 2013 in NEWS
Itinerari letterari nelle «terre del riso» assieme allo scrittore che vive nella Bassa: le proposte dei tour
NOVARA – Itinerari letterari da percorrere «in bicicletta con un libro nel cestino», passando tra i luoghi narrati nelle opere di uno dei maggiori scrittori italiani viventi, Sebastiano Vassali.

Sono proposti dall’Atl di Novara, in collaborazione con la Camera di Commercio e il Comune di Vicolungo, per promuovere il territorio e le eccellenze novaresi anche attraverso una «rilettura», in questo caso adatta per gli amanti delle due ruote, di quegli autori che nelle loro opere hanno descritto quella fascia di terra compresa fra Sesia e Ticino.

Il progetto si è concretizzato con la realizzazione di una guida dal titolo «Nella pianura delle storie di Sebastiano Vassalli» e in una due giorni celebrativa, sabato 7 e domenica 8 settembre, con tanto di presentazione del volume assieme allo scrittore e giro cicloturistico da Novara per Vicolungo.

«L’idea– spiega Maria Rosa Fagnoni, presidente dell’Atl – mi è venuta perché in diverse occasioni, l’ultima l’altro giorno con alcuni cittadini svizzeri, sono venuta a contatto con turisti stranieri che, avendo letto i libri di Vassalli, volevano venire nel Novarese a seguire una sorta di itinerario ideale attraverso i luoghi raccontati dallo scrittore». Da qui è nata una partnership con la Camera di Commercio, il comune di Vicolungo, l’associazione Amici della bici e la casa editrice novarese Interlinea, che già lo scorso anno aveva avviato un’iniziativa analoga con percorsi sulle orme di Dante Graziosi. Ora, dice Roberto Cicala, curatore del progetto, «ora abbiamo voluto compiere un salto di qualità culturale con Vassalli, uno dei maggiori scrittori italiani viventi, tra i più letti nelle scuole, sperimentando una formula che potrà avere ulteriori arricchimenti in futuro».

 

«Nella pianura delle storie»: antologia

«Nella pianura delle storie di Sebastiano Vassalli» è una piccola antologia letteraria a colori che propone quattro itinerari ideati da Roberto Cicala assieme allo scrittore. Sarà presentata ufficialmente sabato 7 settembre alle 11 nel salone del castello di Vicolungo. Ecco i tour proposti: «Il “cuore di pietra” di Novara: tra un vescovo e un architetto», ovvero un viaggio dal Seicento dell’Inquisizione descritto nella «Chimera» (con Broletto e chiese fondate dal vescovo Bascapè) fino all’Ottocento della Cupola dell’architetto Antonelli nel romanzo «Cuore di pietra». Poi ci sono «I luoghi della Chimera: nelle risaie con la strega Antonia», percorso verso il fiume Sesia alla ricerca del villaggio di Zardino dove ci fu il suo rogo, passando per l’abbazia di San Nazzaro Sesia. Terso itinerario è «Tra i castelli con il brigante Caccetta: memorie manzoniane», passando per Briona nella rocca dove abitò il probabile ispiratore della figura di don Rodrigo, che è poi il tour che sarà vissuto dal vivo nella giornata dell’8 settembre. Infine, «Il fiume azzurro dei cercatori d’oro», ispirato a «L’oro del mondo», itinerario lungo il Ticino.

 

Al via l’otto settembre

Domenica 8 settembre, con un itinerario cicloturistico nella pianura novarese tra risaie, castelli, cascine, oratori e fiume Sesia, parte il progetto pilota di turismo letterario slow nei luoghi narrati dalla Chimera e da altri libri di Sebastiano Vassalli. Si parte alle 9,30 da piazza Martiri a Novara, senza tassa di iscrizione: poco più di 40 chilometri pianeggianti (passando per Caltignaga, Proh, Briona, Castellazzo, Mandello, Recetto, Vicolungo) per pedalate tranquille di grandi e piccini. Sosta alle 13 al castello di Vicolungo per degustazioni enogastronomiche di riso, gorgonzola, salumi, vino delle colline novaresi, oltre che animazioni, laboratori di cucina di riso, visite guidate d’arte e giri in calesse, prima del ritorno a Novara previsto per le 17, lungo il canale Cavour.

E’ l’occasione – afferma il sindaco del paese, Marzia Vicenzi – per riaprire un monumento importante come il castello, chiuso da anni, e farlo conoscere». Nel piccolo borgo saranno allestite anche mostre e alle 22 è in programma uno spettacolo di fuochi d’artificio.

 

Obiettivi anche con l’Expo

Come già in passato le «terre del riso» vogliono diventare elemento per promuovere il territorio della Bassa Novarese. Lo saranno anche in futuro. Cristina D’Ercole, segretario generale della Camera di Commercio: «Vogliamo individuare dei percorsi in vista dell’Expo 2015, in modo che un certo target di persone e visitatori possano essere interessati a scoprire aspetti naturalisti, paesaggistici e culturali legato al prodotto riso».

Per qualsiasi informazione si può contattare l’Atl di Novara, telefono 0321-394059. La guida è distribuita gratuitamente in due lingue, italiano e inglese.

 

 

Fonte: Marco Benvenuti su lastampa.it/2013/08/30/edizioni/novara/in-bici-con-i-libri-nel-cestino-la-guida-deccezione-vassalli-BIgIeScEBC0VD5314YBRkN/pagina.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *