Da Civita Castellana al Costa Rica: la sfida di Maria Adele Tuia

Post di Redazione del 27 febbraio 2014 in NEWS

VITERBO – Protagonista sui pedali e in tv.

Due nuove sfide attendono Maria Adele Tuia, la ciclista di Civita Castellana che quest’anno è passata ai professionisti con la Servetto Footon di Asti. Correrà, insieme alle compagne di squadra sulle strade di mezza Europa con dietro un cameraman, mentre da oggi sarà impegnata nelle gare su strada internazionali.

E’ in programma, infatti, l’esordio stagionale nella Vuelta a Costa Rica, che si disputa in cinque tappe e si concluderà il 2 marzo e a cui farà seguito la Vuelta a El Salvador (11-16 marzo).

«Lo ammetto – ha confessato prima della partenza per il centro America Maria Adele – sono leggermente ansiosa per questa nuova doppia sfida: speriamo di superare bene entrambe le prove anche se a me le cose difficili mi esaltano. Prima c’è l’ esordio nelle gare su strada, che servirà per ora a fare esperienza poiché io vengo dalla Mtb. Spero di far bene in queste prime gare poiché le avversarie sono tutte di qualità. Poi al ritorno in Italia penseremo a come affrontare le telecamere: mi truccherò meglio».

Il progetto televisivo è frutto di un accordo tra Servetto Footon e Bike Channel, il canale Sky dedicato agli appassionati di ciclismo. Hanno firmato un contratto per seguire le ragazze del team astigiano nel corso della stagione 2014. Gli operatori della tv a due ruote erano già presenti alla presentazione del team, nel corso della quale hanno intervistato le atlete e lo staff, e poi sono tornati per seguire gli allenamenti giornalieri dall’ammiraglia. Il piatto forte dell’accordo con Bike Channel sarà la realizzazione di un reality sul ciclismo femminile, che vedrà le telecamere seguire dall’interno la vita del team Servetto Footon durante una delle competizioni più importanti del calendario.

«Da quanto ci hanno spiegato – dice la ciclista di Civita Castellana – le immagini racconteranno i momenti di tensione e concentrazione, ma anche quelli più simpatici che precedono e accompagnano la gara, svelando ai non addetti ai lavori tutto ciò che accade dietro le quinte di un team professionistico di ciclismo femminile. Insomma è anche divertente. Anche questa sarà una prova d’abilità dove occorre sapersela cavare».

Fonte: ilmessaggero.it/VITERBO/ciclismo_tuia_civita_castellana_costa_rica/notizie/542010.shtml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *